Cimarrón uruguayo

20/10/2014
Cimarrón uruguayo
ORIGINI
Le sue origini sono incerte, ma sembra discendere da Molossoidi importati dai colonizzatori spagnoli, successivamente abbandonati e rinselvatichiti – Perro cimarrón uruguayo significa “cane selvatico uruguaiano”–, e in seguito nuovamente addomesticati. Quando vivevano allo stato selvatico, fecero stragi di bestiame per sfamarsi: ne venne allora ordinato un vero e proprio sterminio (pare più di 300.000 cani). Nel frattempo, però, iniziò anche una nuova domesticazione di questi cani, apprezzati per le loro doti di guardiani, difensori e cacciatori. Oggi la razza è divenuta un simbolo nazionale ed è la mascotte dell’Esercito nazionale dell’Uruguay. È stata riconosciuta dall’FCI nel 2006.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di taglia mediogrande, compatto e muscoloso. Rispetto alla razza originaria il Cimarrón è diventato sensibilmente più piccolo, oltre ad aver “ammorbidito” moltissimo il carattere. Pelo: corto, aderente al corpo. Colore: tigrato oppure giallo con maschera nera. Taglia: maschi 58-61 cm per 38-45 kg di peso; femmine 55-58 cm per 33-40 kg di peso.

ATTITUDINI
È un cane estremamente docile, legatissimo al padrone, buon guardiano e difensore ma capace anche di lavorare efficacemente sul bestiame, soprattutto con i bovini. Il suo coraggio è leggendario. È usato ancora tuttoggi per la caccia ai cinghiali, che rappresentano una vera piaga per le fattorie uruguaiane. Deve essere socializzato molto bene in tenera età per evitare che possa manifestare aggressività eccessiva verso gli estranei.

SALUTE
È soggetto a displasia dell’anca e quindi i riproduttori vanno accuratamente testati.

DOVE TENERLO
Può adattarsi anche a vivere in appartamento, ma il suo ideale è la vita in campagna.

FCI 353 Gruppo 2

Cimarron uruguayen

Nazionalità: Uruguay

Sezione: 2 Molossoidi e cani da montagna
Sottosezione: 1 Tipo Dogue

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top