Cane da pastore scozzese a pelo lungo

20/10/2014
Cane da pastore scozzese a pelo lungo
ORIGINI
L’origine è identica a quella del cugino Smooth collie (Cane da pastore scozzese a pelo corto): deriva dall’incrocio di un antico Pastore scozzese con il Levriero russo, che gli conferì la caratteristica testa allungata e l’eleganza delle forme. Oggi il Pastore scozzese a pelo lungo, a differenza dello Smooth, è sicuramente uno dei cani più conosciuti e amati al mondo: non solo per le imprese cinematografiche della celeberrima serie “Lassie”, ma anche per l’estrema appariscenza del mantello.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Chiamato nella sua terra d’origine Rough collie, è uno splendido cane di media taglia, la cui struttura fisica deve sprigionare forza e agilità, senza alcuna traccia di grossolanità. La testa è a forma di cuneo, con assi cranio-facciali paralleli e stop leggero ma percettibile. Gli occhi hanno espressione dolce, sono obliqui e di colore marrone scuro, eccetto che per i soggetti blumerle che possono avere uno o entrambi gli occhi di colore blu (gazzuoli). Le orecchie sono piccole, con approssimativamente due terzi eretti e l’ultimo terzo cascante in avanti. Pelo: lungo, molto denso, ruvido al tatto, con sottopelo morbido e compatto. Criniera e collare molto abbondanti. Colore: fulvo, che va dall’oro pallido al mogano scuro; tricolore, con predominanza di nero e focature sugli arti e sulla testa; blumerle, con predominanza di chiaro, blu argentato, nero marmorizzato con focature scure. Tutti i tipi di mantello devono presentare le grandi macchie bianche tipiche dei Collie. Sono desiderabili il collare bianco, completo o parziale, il pettorale bianco, le gambe o i piedi bianchi, la punta della coda bianca. Taglia: maschi 56-61 cm; femmine 51-56 cm.

ATTITUDINI
Molto dolce e affettuoso, talora può risultare un po’ timido: va quindi fatto socializzare a fondo in tenera età. Intelligentissimo ed eclettico, potrebbe svolgere qualsiasi lavoro: purtroppo il pelo lungo (piuttosto impegnativo) gli ha sempre fatto preferire il più “comodo” Pastore tedesco negli impieghi di pubblica utilità. Così la sua selezione si è svolta quasi esclusivamente sulla bellezza, per produrre cani da esposizione, e oggi le doti caratteriali non sono più spiccate come nei suoi progenitori. Per esempio, non tutti i soggetti sono naturalmente portati per gli esercizi di difesa (anche perché il Collie è sempre stato un conduttore di greggi e non un difensore: nelle sue zone d’origine non ci sono lupi); resta invece un buon guardiano, vigile e attento ma mai inutilmente aggressivo. Ama molto i bambini.

SALUTE
È un cane rustico e molto robusto. Va controllato per un difetto molto diffuso, l’anomalia oculare del Collie (CEA), di origine ancora sconosciuta.

DOVE TENERLO
In casa o in giardino, senza problemi.

NOTE
Nonostante le apparenze, il mantello non ha bisogno di cure esagerate e può restare in forma con una semplice pettinata quotidiana. È molto complessa, invece, la toelettatura dei soggetti da esposizione, che richiede circa due ore.

FCI 156 Gruppo 1

Collie rough, Colley à poil long, Langhaariger Schottischer Schäferhund, Collie de pelo largo

Nazionalità: Gran Bretagna

Sezione: 1 Cani da pastore

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top