Cane da pastore di karst

20/10/2014
Cane da pastore di karst
ORIGINI
È stato descritto per la prima volta nel 1689 in un libro del barone Janez Vajkart Valvaso. Probabilmente ha seguito tribù degli Illiri nelle loro migrazioni attraverso l’Istria e le isole dalmate per poi stabilirsi nella regione slovena. Lo standard fu riconosciuto ufficialmente nel 1939 sotto il nome di Pastore dell’Illiria e fu completato nel 1948.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane di robusta, solida e media corporatura. La testa è grande, con una possente dentatura. Gli occhi sono a mandorla, marroni o quasi neri; le orecchie hanno attaccatura moderatamente alta e ricadono piatte a forma di “V”. La coda, larga alla base, è portata a forma di sciabola, con la punta che può disegnare un leggero uncino; deve raggiungere il garretto. Pelo: abbastanza lungo, arriva a 14 cm; il sottopelo è ben sviluppato. Colore: grigio ferro. È preferita una tonalità scura soprattutto sul garrese; verso l’addome e i piedi il colore passa senza transizione visibile a un grigio chiaro o anche al color sabbia, con una striatura grigio scuro sulla parte inferiore degli arti. La maschera scura sulla testa è circondata da pelo di colore grigio beige. Taglia: maschi 57-63 cm (ideale 60 cm); femmine 54-60 cm (ideale 57 cm).

ATTITUDINI
È un cane docile, molto protettivo nei confronti del padrone, ottimo guardiano. Eccellente pastore, instancabile anche nei percorsi più duri, può essere un buon cane da famiglia, ma con una personalità molto forte. È diffidente verso gli estranei.

NOTE
Fino al 1968 i Pastori di Karst e di Ciarplanina erano considerati una razza unica; in seguito vennero separate.

FCI 278 Gruppo 2

Krazski ovcar, Chien de berger du massif du Karst, KarstSchäferhund, Karst shepherd dog, Perro de pastor de Karst

Nazionalità: Slovenia

Sezione: 2 Molossoidi e cani da montagna Sottosezione: 2 Tipo montagna

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top