Cane da pastore della russia meridionale

20/10/2014
Cane da pastore della russia meridionale
ORIGINI
È uno dei tre Ovtcharka (Cani da pastore russi) ed è stato il primo a essere riconosciuto dalla FCI nel 1983 pur essendo il meno diffuso in Europa. Sulle origini dei pastori russi c’è ancora molto mistero: secondo alcuni autori discenderebbero dal Mastino del Tibet, secondo altri si sarebbero sviluppati direttamente dal lupo siberiano. È utilizzato come guardiano del gregge in Crimea e Ucraina.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Deve dare una sensazione di potenza e robustezza, con ossatura massiccia e muscolatura forte, unita a grande agilità ed eleganza. La testa è grande, larga. Lo stop è poco pronunciato. Gli occhi, lievemente a mandorla, devono essere scuri e disposti orizzontalmente. Le orecchie sono relativamente piccole, di forma triangolare, pendenti. Pelo: il mantello è costituito da un pelo lungo (10-15 cm), spesso folto e leggermente ondulato, ruvido con abbondante sottopelo. Colore: sono ammessi il bianco uniforme, biancogrigiastro (cenere), bianco con tracce grigie, grigio maculato; più rari i mantelli biancofulvo, paglia e completamente grigio. Taglia: maschi minimo 65 cm; femmine minimo 62 cm. Sono frequenti soggetti di 75 cm e oltre al garrese.

ATTITUDINI
È un cane altamente reattivo, forte, equilibrato e vivace, tendenzialmente dominante, molto attivo nella difesa. Molto intelligente e recettivo, è equilibratissimo ma passa facilmente alle vie di fatto se viene messa a repentaglio la sicurezza della sua famiglia. È buonissimo invece con i padroni, bambini compresi.

NOTE
I cuccioli a volte nascono grigio chiaro e diventano bianchi al primo cambio del mantello.

FCI 326 Gruppo 1

Ioujonrousskaïa Ovtcharka, Berger de Russie méridionale, Südrussischer Ovtcharka, South Russian shepherd dog, Perro de pastor de Rusia meridional

Nazionalità: Russia

Sezione: 1 Cani da pastore

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top