Bracco ungherese a pelo duro

20/10/2014
Bracco ungherese a pelo duro
ORIGINI
È sicuramente molto antico: deriva dal Segugio di Pannonia e dal Cane giallo dei Turchi. Le ultime ricerche indicano tra i suoi antenati anche lo Sloughi. La razza apparve all’inizio del XVIII secolo.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Cane da caccia di taglia media, di aspetto elegante, a pelo corto, di colore fulvo. La sua costruzione è piuttosto leggera. La razza presenta un’armonia perfetta fra forza e bellezza. Equilibrato, intelligente, è di temperamento vivace. Gli occhi sono di forma leggermente ovale, con espressione viva e intelligente: il colore si armonizza con quello del manto, ma è preferito quello scuro. Le orecchie, di lunghezza media, sono disposte leggermente all’indietro, con attaccatura ad altezza media, piatte contro le guance. Hanno forma di “V” arrotondata. La coda è attaccata piuttosto bassa e portata leggermente ricurva verso l’alto: può essere accorciata, ma, se è bella e portata correttamente, viene lasciata integra. Pelo: corto dritto, ruvido. Colore: monocolore rossiccio dorato in tutte le sue sfumature. Taglia: maschi 56-61 cm; femmine 52-57 cm.

ATTITUDINI
Facile da addestrare, questa razza necessita però di una mano gentile perché non sopporta di essere trattata con brutalità. È un cane caratterizzato da spiccata intelligenza e notevole memoria. È capace di adattarsi a qualsiasi situazione, cosa che gli permette di vivere benissimo anche in casa e di essere un ottimo compagno per bambini bene educati. Lavoratore infaticabile, regge bene sia il caldo sia il freddo. Ha un eccezionale olfatto e un’ottima disposizione alla ricerca, al riporto e al lavoro in acqua.

NOTE
È sostanzialmente la varietà a pelo duro del più diffuso Bracco ungherese a pelo corto.

FCI 239 Gruppo 7

Drotzörü magyar vizsla, Braque hongrois à poil dur, Drahthaariger Ungarischer Vorstehhund, Hungarian wirehaired pointing dog, Braco húngaro de pelo duro

Nazionalità: Ungheria

Sezione: 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione: 1 Tipo Bracco

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top