Bobtail

20/10/2014
Bobtail
ORIGINI
È un cane dalle origini remote: probabilmente deriva dallo stesso antico Pastore asiatico che ha dato vita al Cane da pastore di Brie (Briard) in Francia, al Cane da pastore bergamasco in Italia, al Komondor in Ungheria. Il Bobtail è stato selezionato per la prima volta al tempo della Guerra dei Cent’anni, e nella sua genealogia compare sicuramente il Briard.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane grande, forte, compatto, con tronco inscritto nel quadrato, provvisto di pelo abbondante su tutto il corpo, che è tarchiato e muscoloso. La testa presenta un cranio ampio e piuttosto squadrato, arcuato alla fronte; lo stop è ben definito; il muso forte e squadrato, di lunghezza approssimativamente pari alla metà di quella totale della testa. Gli occhi di norma sono scuri, ma uno o entrambi possono essere azzurri (gazzuoli). Le orecchie, piccole, sono portate ai lati del cranio. Gli arti devono essere dritti e ben in appiombo. Talora la coda è naturalmente mozza: se non lo fosse, va mozzata alla radice entro la prima settimana di vita. Pelo: mantello abbondante, di tessitura ruvida, irsuto, privo di bioccoli, con ricco e denso sottopelo. Ricopre tutto il corpo compresa la testa. Colore: qualsiasi sfumatura di grigio, brizzolato, blu o merle, con o senza macchie bianche. Taglia: altezza minima al garrese per i maschi 61 cm; per le femmine 56 cm.

ATTITUDINI
Vero cane da pastore fin nel profondo del suo essere, adora avere animali (o… bambini!) da “mettere in ordine”: cerca sempre di tenere unito qualsiasi gruppo di esseri viventi con cui abbia a che fare. Oggi è esclusivamente cane da compagnia e da ring, dolcissimo e simpaticissimo, ma piuttosto refrattario all’addestramento, che necessita di una mano molto esperta. Buon guardiano, difficilmente può diventare un cane da difesa (anche se qualche soggetto c’è riuscito), perché il suo carattere è troppo affettuoso con tutti: gli è difficile credere che possano esistere uomini animati da cattive intenzioni. È uno splendido compagno per bambini e ragazzi.

SALUTE
È un cane rustico e robusto, senza problemi particolari.

DOVE TENERLO
Pur adattandosi bene alla vita in appartamento, preferisce l’aria aperta, che fa molto bene anche al suo mantello. È un cane piuttosto indipendente e non ha bisogno di vivere sempre “appiccicato” al padrone, ma la compagnia umana gli è necessaria.

NOTE
Il mantello di questo cane necessita di cure quotidiane, in assenza delle quali può formare nodi indistricabili. I soggetti da esposizione possono essere presentati “al naturale” oppure toelettati con una lunga e complessa operazione di “cotonatura” che li rende decisamente più appariscenti: oggi è questa la pratica più seguita, quindi i soggetti non cotonati (a meno che non trovino un giudice molto esperto che riesce comunque a “vedere” il cane) rischiano di farsi notare meno degli altri.

FCI 16 Gruppo 1

Old English sheepdog, Berger anglais ancestral, Altenglischer Schäferhund, Antiguo perro pastor inglés

Nazionalità: Gran Bretagna

Sezione: 1 Cani da pastore

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top