Bassotto

20/10/2014
Bassotto
Il Bassotto è una razza canina di origine tedesca caratterizzata dall'altezza proporzionalmente inferiore alla lunghezza: corpo allungato e zampe corte e tozze. Si tratta di un cane da caccia e da compagnia, selezionato per seguire gli animali selvatici nel sottobosco intricato, e affrontarli anche nelle tane sotterranee.
 
Il nome originale infatti è Dachshund, termine di derivazione tedesca e fusione delle parole Dachs ("tasso") e Hund ("cane"). Si riferisce al fatto che, in passato, venivano impiegati per stanare i tassi nei dintorni delle corti oppure nei terreni di caccia.
 


Bassotto: le origini

Alcuni scrittori ed esperti di Bassotto hanno teorizzato che le prime radici di questa razza canina sono da far risalire all'antico Egitto, in cui sono state rinvenute incisioni raffiguranti cani con zampe molto corte. Recenti scoperte da parte dell'Università americana del Cairo circa resti mummificati di cani simili ai bassotti (estratti da antiche urne funerarie egizie) possono dare credibilità a questa teoria.
 
Nella sua incarnazione moderna, il Bassotto è una creazione di allevatori tedeschi e comprende elementi tipici di segugi e terrier tedeschi, francesi e inglesi.
 
I Bassotti sono stati allevati nelle corti reali di tutta Europa, tra cui quella della regina Vittoria, particolarmente innamorata della razza, e sono stati inizialmente allevati per la caccia ai tassi.
 
I primi riferimenti verificabili alla razza del Bassotto, originariamente chiamato il Dachs Kriecher o Dachs Krieger ("cacciatore di tassi"), provengono da libri scritti nei primi anni del XVIII secolo.
 
I Bassotti tedeschi originali erano più grandi della moderna varietà di dimensioni, di peso compreso tra 30 e 40 libbre (14 e 18 kg).
 

Bassotto: aspetto

Il Bassotto è un cane di taglia piccola, con portamento fiero della testa ed espressione vigile del muso, che, secondo lo Standard ufficiale è compatto e muscoloso e nonostante gli arti corti non appare sgraziato né limitato nei movimenti”.
 
Una particolarità del Bassotto è che si tratta dell’unica razza canina riconosciuta - con le sue tre taglie, i tre tipi di pelo e le varietà di colore del mantello - ad occupare, tutta da sola, un gruppo FCI.
 
I Bassotti si dividono in tre taglie: standard, nano, e kaninchen.
La taglia non viene riferita all'altezza al garrese, ma alla circonferenza toracica misurata ad un anno di età: superiore ai 35 cm per il Bassotto Standard, superiore ai 30 cm per il Bassotto Nano, e fino ai 30 cm per il Bassotto Kaninchen.
Per lo standard, il limite superiore di peso nel maschio da non superare è di 9 kg.
 
La testa del Bassotto è allungata, e si restringe in corrispondenza del tartufo che è grande e ben sviluppato.
 
L’arcata mascellare e quella mandibolare sono ben sviluppate e i denti chiudono a forbice.
 
La testa è ornata da grandi orecchie attaccate alte e mediamente lunghe, con occhi mediamente grandi ben distanziati. L’espressione e dolce e buona, ma anche vivace.
 
Caratteristiche sono le zampe tozze e rugose che dettano l’elemento simbolico dell’animale, la coda è sottile appuntita sulla fine e interamente coperta da pelo.
 
Il Bassotto a pelo corto ha un mantello corto, fitto, brillante, liscio, con sottopelo, folto e duro, senza alcuna parte del corpo priva di pelo. I colori riconosciuti sono nero focato, fulvo e tipi di arlecchino;
 
Il Bassotto a pelo lungo (immagine qui sotto) ha un mantello liscio con sottopelo, brillante e molto aderente al corpo. I colori riconosciuti sono nero focato, mogano e tipi di arlecchino;


Il Bassotto a pelo duro (immagine qui sotto), ad eccezione di muso, sopracciglia ed orecchie, ha un mantello di copertura misto a sottopelo perfettamente e regolarmente aderente, fitto e duro (fil di ferro). I colori riconosciuti sono cinghiale, biondo grano (foglia secca), cioccolato e nero focato, le ultime due varietà sono molto poco diffuse causa la recessività del tipo di colore.

 

Bassotto: carattere ed educazione

I Bassotti sono dei cani simpaticissimi, allegri, vivaci, giocherelloni, intelligentissimi e testardi!
 
Con gli umani di casa è un vero tesoro, un irresistibile buffone, un giocherellone instancabile. Con gli estranei può dimostrarsi un po’ scontroso, soprattutto nei confronti di coloro che non rispettano il suo carattere fiero.
 
Per quanto il Bassotto sia un cane estremamente devoto verso il padrone, incredibilmente affettuoso e si integri rapidamente con la famiglia non è particolarmente adatto ai bambini in genere, a meno che non si tratti di bambini molto educati nel rispetto degli animali.
 
Il Bassotto è spesso rissoso con altri cani, anche di taglia molto grande: potrebbe fare il diavolo a quattro anche dinanzi a un Alano, senza porsi il benché minimo problema sulla stazza di quest’ultimo. Non conosce la paura e spesso neppure uno straccio di prudenza: si fionda giù da altezze spropositate, si butta nel mare in burrasca, si infila a testa bassa in qualsiasi cunicolo al mondo.
 
Una cosa è certa: non è un cane pigro e dedito al relax, ha bisogno di molto movimento e adora stare all’aria aperta.
 
Se il Bassotto non viene educato in maniera corretta ha la tendenza di chiudersi un po’ e di diventare aggressivo e anti-sociale: è molto importante dargli fin da cuccioli un’ottima impostazione di base, molto ferrea.
 
L’educazione del Bassotto deve essere portata avanti con pazienza e fermezza, questo perché i bassotti sono famosi per la loro testardaggine, il loro forte senso d’indipendenza e la loro impulsività e intraprendenza. Tutte caratteristiche che fanno di lui un cane davvero molto intelligente, ma al tempo stesso molto difficile da controllare!
 
Per questo motivo l’educazione del cane Bassotto non è tra le più semplici, e richiede costanza, fermezza e diverso tempo.
 
 
 
 

Bassotto: salute ed alimentazione

Il Bassotto è un cane molto robusto e longevo, che gode, in linea generale, di ottima salute, ma ha anche lui i suoi punti deboli.
 
A causa della sua conformazione allungata può essere soggetto a problemi ortopedici e della colonna vertebrale.
Queste predisposizioni non implicano necessariamente che tutti i Bassotti avranno inevitabilmente delle ernie discali, ad esempio, ma deve accentuare l’attenzione dei proprietari sulla prevenzione. Un soggetto non più giovanissimo, magari in sovrappeso e che non fa, di regola, abbastanza moto è il candidato ideale all’ernia discale, anche quando non abbia in famiglia nessun precedente in tal senso.
 
È quindi fondamentale per il Bassotto seguire una dieta adeguata che non lo faccia ingrassare e fargli fare molto movimento.
 
Fatevi consigliare la dieta corretta dal vostro veterinario in rapporto all’età ed alla condizione fisica del vostro amico.
 
Il vostro Bassotto, come ogni altro cane, dovrà passeggiare regolarmente: la passeggiata oltre a tenerlo in forma, amplia gli orizzonti, migliora la socializzazione ed è una splendida attività da fare in coppia col proprietario, permette di approfondire il rapporto e vi aiuta ad educare correttamente il vostro cane.
 
Anche se è un cane robusto è meglio farlo dormire dentro casa, soprattutto d’inverno: soffre il freddo e, soprattutto il Bassotto a pelo raso, teme particolarmente gli sbalzi di temperatura.
 
Molti riconoscono al Bassotto tedesco anche il grandissimo pregio di una naturale pulizia; in effetti non ha mai un cattivo odore, nemmeno quando ha il pelo bagnato.
 
 

SCHEDA TECNICA A CURA DI GIUNTI EDITORE:

ORIGINI
All’origine di questa e di altre razze simili c’è una malformazione patologica: probabilmente l’acondroplasia o la condrodistrofia, malattie che inibiscono lo sviluppo delle ossa lunghe. Queste affezioni hanno due particolarità: sono ereditarie, quindi trasmissibili geneticamente, e sono perfettamente compatibili con la vita. È probabile che l’utilità del Bassotto per la caccia in tana sia stata scoperta contemporaneamente in diverse parti del mondo, agli albori della civiltà: quindi è praticamente impossibile risalire a un unico progenitore della razza. La storia più recente inizia invece in Germania e più precisamente in Baviera, dove sorsero i primi allevamenti. Anche in Inghilterra il Bassotto è allevato con grande passione, sia come cane da caccia che come cane da compagnia, ma con uno standard diverso.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
È un cane basso sugli arti, compatto, vigoroso e di buona muscolatura. La testa è aggraziata, con cranio piuttosto piatto e stop più leggero possibile: meno è accentuato e meglio è. Il Bassotto esiste in tre varietà di taglia (normale, nano e kaninchen, ovvero “da coniglio”), a loro volta suddivise in sotto-varietà di pelo (lungo, corto e duro). Colore: sono ammessi tutti, ma i più diffusi sono il fulvo e il cinghiale. Taglia: del Bassotto non si misura l’altezza al garrese, ma la circonferenza toracica. Quella massima per i nani è di 35 cm, mentre per i kaninchen è di 30 cm. Oltre i 35 cm si entra nella varietà normale. La Federazione Cinologica Internazionale ammette soltanto accoppiamenti tra cani della stessa varietà di pelo. La taglia deve essere confermata a 12 mesi con la misurazione della circonferenza toracica effettuata da un giudice dell’ENCI in esposizione.

ATTITUDINI
È probabilmente… il cane più simpatico del mondo: sempre allegro, vivace, giocherellone, intelligentissimo. Attaccatissimo al padrone, ha però un bel caratterino testardo, e in mano a persone troppo permissive può diventare un piccolo despota.

SALUTE
È un cane rustico, robustissimo e molto longevo, che non lamenta neppure in età avanzata particolari acciacchi: anche con i “capelli bianchi”, di solito, mantiene il piglio di un giovanotto. Unico punto debole: la colonna vertebrale, soggetta a discopatie specie se il cane ingrassa troppo o se compie esercizi inadatti a lui, come saltare o percorrere lunghe rampe di scale.

DOVE TENERLO
In casa: questa razza soffre molto il freddo.

NOTE
Oggi è diventato soprattutto un cane da compagnia… ma lui non lo sa: si sente sempre un prode cacciatore, e per vivere davvero felice dovrebbe essere portato spesso in campagna. Note dolenti: è piuttosto rissoso con gli altri cani (Alani compresi: ha un coraggio da leone e non si pone problemi di taglia), è piuttosto testardo ed è adatto solo ai bambini educati al rispetto per gli animali.

FCI 148 - Gruppo 4

Dachshund, Teckel

Nazionalità: Germania

Varietà: a) taglia normale a pelo corto, a pelo lungo, a pelo duro; b) nano a pelo corto, a pelo lungo, a pelo duro; c) kaninchen a pelo corto, a pelo lungo, a pelo duro

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top