Azawakh

20/10/2014
Azawakh
ORIGINI
È un Levriero africano di modello afroasiatico che apparve in Europa verso il 1970, proveniente dal medio bacino nigeriano (Repubblica del Mali) e in particolare dalla valle dell’Azawakh. Da centinaia di anni è il compagno dei nomadi sub-sahariani.

ASPETTO E CARATTERISTICHE
Slanciato ed elegante, da un’impressione generale di grande finezza. La testa è lunga, fine, asciutta e ben conformata, piuttosto stretta ma senza eccesso. Lo stop è molto poco marcato. Gli occhi sono a forma di mandorla, piuttosto grandi. Le orecchie hanno attaccatura piuttosto alta: sono fini, sempre cadenti e piatte, a base piuttosto larga, aderenti al cranio, mai “a rosa”. La coda è attaccata bassa, lunga, sottile, asciutta e affilata. Presenta un piccolo pennacchio bianco all’estremità. Pelo: raso, fine, sottile fin quasi a essere assente sul ventre. Colore: fulvo, con macchie bianche sulle estremità. Sono ammesse tutte le sfumature, dal sabbia chiaro al fulvo scuro. La testa può o non può portare una maschera nera e talvolta una lista. È presente una macchia bianca sulle guance. Ciascuno dei quattro arti comporta obbligatoriamente una balzana, almeno sotto forma di tracce, sui piedi. Taglia: altezza al garrese 64-74 cm per i maschi, 60-70 cm per le femmine.

ATTITUDINI
Sia la sua morfologia sia la sua psiche, formate dall’ambiente naturale, esprimono la sua vocazione di eccellente cacciatore di prede veloci e di compagno particolarmente fedele dell’uomo. Vivace e attento, è poco socievole e riservato: può persino essere aggressivo con gli sconosciuti, mentre è dolce e affettuoso con quelli che riconosce come amici.

NOTE
Inizialmente era considerato una varietà dello Sloughi.

FCI 307 Gruppo 10

Nazionalità: Mali, con patrocinio della Francia

Sezione: 3 Levrieri a pelo corto

RIPRODUZIONE RISERVATA

Si ringrazia per i contenuti Giunti Editore - De Vecchi

Comments powered by Disqus
Top